veli, lutti

nel corridoio tieni gli occhi bassi, belli
vergogna di delitti di abbandono
fluttuano sedizioni veli neri disimpegni
ipotesi di amori seviziati
dal trono delle principesse degli appelli

quello che non hai vissuto mi appartiene
musa dal muso vile, pallida bile
che ad altri cazzi succhi altro dolore