Sprofondo benissimo nel buio.
Nella pioggia.
Suturo emorragie di delusioni
a novecentosei chilometri da te.
Tasto con calma le periferie del corpo,
delimito, dal falso, il vero
e ricompongo forze
ora che non ti credo piú
che non ti spero

© Daniele Martino 2012 – proprietà letteraria riservata