non mi sopporto
quando ve ne andate
quando Skype si spegne
o scendete dall’auto
o restate a dormire dentro il letto

mi sferro calci nei coglioni
e pugni sopra l’ernia ombelicale
non mi perdono nulla
patriarca della mia solitudine

© Daniele Martino 2013 – proprietà letteraria riservata