un pomeriggio resto nudo
sotto la montagna nel silenzio
ogni ora la campana nella valle
tutto è lento e senza desiderio
desiderabilmente senza sentimento
un corpo solo
solo un corpo
carne con una sua mitologia
senza alcuna nostalgia
una pittura pompeiana
una statua canoviana
un erotismo prepotentemente inutilizzato

© Daniele Martino 2015 – proprietà letteraria riservata