lo so che dovrei farlo
attraversare lo spreco di uno struggimento
lasciare andare una persona inafferrabile
che a intermittenza m’ama e poi disama
che gira e gira sempre nel suo labirinto
come una topolina intelligente cieca ed agitata
che per orgoglio e per terrore mai ci va
là dove l’innamorato dito le indica un’uscita