eccola un’altra che parla parla e parla 
che è tanto grata se l’ascolto colto toh
ore ed ore ed ore
che l’abbraccio quando piange
che rispondo alle domande
con opzioni e soluzioni e azioni
che potrebbero interrompere la lagna:
e mia madre che crudele mi sevizia nell’affetto
e l’amica che io amavo e che mi sfrutta
e il lavoro che sembrava e che non è 
questo e quello che ritornano in un loop
non è giusto che ricapitino a me

ma

attento ad interrompere il lamento
sempre uguale e ritenuto originale
be careful problem solver
a proporre vie d’uscita dalla gabbia
a cercar d’istinto
libertà dal labirinto 
perché sarai ben peggio
del peggio lamentato
se aggiusti il giocattolo fallato:
tu mi tratti con un certo spregio
tu non render facile il difficile 
tu ti sei stufato di ascoltare 
basta non ti voglio più parlare
puoi restare solo, sei inutile
non sono la tua diva ormai
gli altri mi adorano lo sai
baccante fuori e Santa al focolare
maledetto consigliere adieu