traduco un po’ di Baudelaire

La Nature est un temple où de vivants pilierslaissent parfois sortir de confuses paroles;l'homme y passe à travers des forêts de symbolesqui l'observent avec des regards familiers. Comme de longs échos qui de loin se confondentdans une ténébreuse et profonde unité Charles Baudelaire, Correspondances, in Les fleurs du mal (1857) La Natura è un tempio in cui colonne viventia volte bisbigliano confuse parole;l’uomo attraversa foreste di simboliche l’osservano con sguardi famigliari.…

Merlino, il savio mago

Myrddin Emrys (pronuncia gaelica Mervèn Emrè), Merlinus Ambrosius, Merlino il saggio Anál nathrach, orth' bháis's bethad, do chél dénmhapronuncia gaelica analnatràc, utvasbethòd, dokièl dienvétraduzione Nel nome del respiro del drago, magia di vita e di morte, io ti ordino di trasformare forêt de Brocéliande (Paimpont, Bretagna, F): tomba di Merlino http://www.treccani.it/enciclopedia/merlino 9     E disse: — O…

la Disparizione della Donna

il silenzio che circondanoi che siamo solila domenica è più incommensurabiledilaga oltre quartiere oltre cittàarriva in verticale dentro ai sogni della nottedove prendo in braccio e siedo sopra il tavoloil bambino con lo zigomo scurito per il colpoe lo abbraccio a lungo singhiozzandoche alla fine è lui che mi consolamentre lo provavo a consolare abbiamo…

«strappa da te la vanità»

Quello che veramente ami non ti verrà strappatoquello che veramente ami è la tua eredità.Il mondo a chi appartiene? A me, a loro o a nessuno?Prima venne l’invisibile, quindi il palpabile elisiosebbene forse nelle dimore d’inferno.Quello che veramente ami è la tua vera ereditàla formica è un centauro nel suo mondo di draghi.Strappa da te…