simmetrie

ruotando nel letto nudo ti spalanchi
orizzontale la testa e i piedi all’aria
nel vuoto simmetrico perfetto
come è meravigliosamente geometrico
il tuo aggregato di materia in questo istante
braccia e occhi e mani narici capezzoli polmoni
quale perfezione nella prima luce del mattino
quale privilegio ripulire la mente dal tormento
conseguire immunità da agitazioni
da inseguimenti di mancanze non mancanti
sei l’uomo di Vitruvio leonardesco
rotante su auree coincidenze  
corpo-intelletto attratto dalla Luce
buono in un Bene che ha addomesticato
il Male e se lo tiene
lo digerisce in parti innocue
teneramente osserva i drammi senza senso
che distolgono dalla semplicità di non voler più nulla

© Daniele Martino 2022 | proprietà letteraria riservata

time-out

in una scuola secondaria
tra un esame e l’altro
mi sdraio a piedi nudi
su una panca di uno spogliatoio 
chiudo gli occhi
sento i passeri cantare
e i bambini giocare
esco dal tempo
nel silenzio del mio tempio
sopra il legno
schiena dritta
ossa stirate
non ce l’ho più con nessuno
grato di vivere tranquillo

© Daniele Martino 2022 | proprietà letteraria riservata

disciplina

con ferrea disciplina con virtù 
resto nel letto tutta la mattina 
a fissare il cielo grigio
inspirando brezza fresca 
così non mangio o fumo
scanso adempimenti e pagamenti
faccio sogni in ogni dormiveglia 
non mi tocco non mi tocco giuro!
mappo i dolori ai muscoli e alle ossa
non disturbo più nessuno
attendo che citofoni l’amore
non molesto non agogno
con ferrea disciplina senza vizio

© Daniele Martino 2022 | proprietà letteraria riservata